Sabato 23 febbraio 2019, ore 21, Teatro Duse di Besozzo!

La serata è  rivolta agli studenti e genitori.

Interverrà alla fine dello spettacolo la Prof. Elena Ferrara, già senatrice e promotrice della legge contro il cyber bullismo. 

Lo spettacolo è ad ingresso libero e gratuito. E’ consigliabile la prenotazione anche telefonica presso Musical Box via XXV Aprile, n.58, Besozzo (0332 770479).

Annunci

Sabato 9 febbraio, ore 21, Teatro Duse di Besozzo!

Dal famoso dramma shakesperiano scritto più di 400 anni fa, le stesse parole risuonano più che mai attuali ancora oggi. In scena una coppia contemporanea, in video personaggi antichi. Il dramma della gelosia oggi e allora, uno scambio tra passato e presente dal forte impatto visivo. 

 “La gelosia è un mostro dagli occhi verdi che gioca con la carne di cui si nutre». Quel fazzoletto, regalatole da Otello e che Desdemona non trova più, innesca la macchina infernale che porta alla tragedia. L’amore perde la sua essenza trasformandosi in desiderio di controllo, dominio e possesso. I numerosi casi di cronaca dei nostri giorni documentano l’attualità disarmante della vicenda shakespeariana. 

Nel foyer del teatro sarà ospitato per l’occasione un punto di informazione dell’associazione Eos, con sede a Varese, che dal 1998 è impegnata a contrastare ogni forma di violenza di genere,  con accoglienza, ascolto, solidarietà e affiancamento, offerti alle donne vittime di violenza di ogni genere, finora più di 2000.  
Sempre presente in teatro un piccolo punto ristoro a cura della Pro loco, con opere della pittrice Letizia Valentino alle pareti.  
Ingresso 12 €, ridotti a 8 € per gli studenti fino ai 25 anni. 
Prenotazioni al Musical Box in via XXV aprile, tel. 0332 770479 o acquistabili in teatro la sera stessa di ogni spettacolo.

Sabato 28 aprile, ore 21, Teatro Duse di Besozzo!

AE7C4CFA-8DA4-4CDA-B038-EB6D52E3EC33I bambini non ci sono e domani non si lavora, finalmente marito e moglie possono passare un po’ di tempo insieme. Ma i due non ne approfittano: accuse e confessioni rimbalzano in una camera da letto che si trasforma in una sorta di ring. Otto match di combattimento verbale che i due protagonisti ingaggiano per vivisezionare con cinica e surreale meticolosità la loro storia d’amore, ogni personale segreto e sogno inconfessabile. Resisterà la coppia a questa notte di estenuante autoanalisi? Un viaggio ironico e disincantato su una storia di ordinaria quotidianità.

Cosa è successo? Cosa si è rotto? Si potrà riattaccare? Un conflitto acceso, passionale e melodrammatico su un ring che ha tutta l’aria di essere un comune letto a due piazze. Una notte di confessioni e tranelli infami. Due antagonisti che pure lottano nella stessa squadra per arrivare faticosamente alla meta. Fino al prossimo combattimento. (Rosario Lisma)

Stravalaci, bravo nel disegnare l’indolenza di un marito accomodante, ma non troppo, cattivo e buono, ma non troppo, un marito «non troppo» marito. Al suo fianco si agita di risentimento la brava Zuin, nevrotica pungolatrice, frustrata dialettica. E si ride dei grovigli dell’infelicità. (Magda Poli, Corriere della Sera/Milano)

Sabato 21 aprile, ore 21, Teatro Duse di Besozzo!

0D88F71C-EC0F-49D9-8663-01F3EE9E2F90

APPUNTO

Giocolerie comico-musicali

Di e con Claudio Cremonesi e Davide Baldi

Vincitore 1° PREMIO “GRIMALDI D’ORO”

Rassegna Nazionale del Clown Giovane di Budrio – BO

Vincitore  2° PREMIO  FESTIVAL INTERNAZIONALE

DI TEATRO DI STRADA DI ASCONA 2006, Svizzera.

Entrano in scena, l’artista a cavallo del suo baule, il maestro che lo spinge.

Dai bauli escono ogni sorta di oggetti e di strumenti.

La musica dal vivo è originale e molto dispettosa.

Citazioni più o meno poetiche accompagnano ogni gesto.

In verticale, con la testa dentro un libro, l’artista si presenta:

“sono il saltimbanco dell’anima mia

Da una custodia di violino esce una scopa che si lancia in una danza: “trasformare è attivare una forma di magia”

Bottiglie dal tappo lungo volteggiano pericolosamente in aria:

“non sempre le cose sono come sembrano”

E in equilibrio su una grossa sfera tiene sospese parole, palline e fiato:

comicità, musica e poesia, appunto!

DURATA: 60 min.